fondo - Madonna di san Luca

Vai ai contenuti

Menu principale:

fondo

Il fondo a rilievo

La lavorazione del fondo, così come le aureole delle figure e le cornici laterali, si presentavano molto inscurite a causa dell’alterazione di un fissativo superficiale certamente rinnovato in occasione dell’ultimo restauro e i cui effetti estetici hanno interessato l’intera Icona. le parti a rilievo, soprattutto sul fondo, ma quasi certamente anche le cornici laterali, erano rivestite da una sottile lamina di stagno poi dorata o argentata. Sono state recuperate tracce della lamina che è stato possibile identificare grazie alle indagini al microscopio elettronico. La rimozione del fissativo ha comportato un recupero davvero straordinario per quanto riguarda la luminosità dell’immagine senza però restituirci l’effetto originario dell’opera. Il fondo e le cornici laterali infatti, apparivano ricoperte da una lamina apparentemente preziosa che conferiva all’opera ben altra luminosità.

sequenza di pulitura

Nella finestra a destra un particolare prima della pulitura. Il fondo bugnato è del tutto annerito dal fissativo alterato. Su questa immagine un asterisco rosso indica l’area che sarà riproposta in tre momenti successivi: prima dell’intervento, durante il posizionamento di una “pappetta” con enzimi naturali lasciata a dimora per 10 minuti e l’area dopo la rimozione della “pappetta”. Riemerge il colore del fondo e i frammenti di colore ove le analisi individueranno tracce di lamina in stagno. L’ultima immagine  mostra una ripresa al microscopio digitale dell’area soprastante. Il punto di ripresa, per poter essere individuato con facilità, è stato cerchiato nell’immagine superiore. Da quest’area è stato prelevato un campione per l’esame al microscopio elettronico.

Torna ai contenuti | Torna al menu